Marinai a rischio di obesità. Il contributo dell'Osservatorio Internazionale dello Stress Ossidativo al Progetto di prevenzione della Marina Italiana.

Scarica l'articolo.

FORZE ARMATE OBESITA.pdf [1.88 MB]
Download

Boom degli integratori per sesso e fertilità. Spesso a sproposito. Intervista al dr. Eugenio Luigi Iorio su FOCUS (ADN KRONOS SALUTE). 

"Di fronte alla dilagante diffusione di formulazioni ad attività antiossidante - prosegue Iorio - spesso assunte anche senza indicazione medica, è buona norma raccomandare di sottoporsi preventivamente a una valutazione di laboratorio del bilancio ossidativo su sangue attraverso test affidabili. Per il partner maschile può essere utile il dosaggio dei perossidi lipidici, marcatori ed amplificatori del danno ossidativo cellulare, su spermatozoi". Leggi l'articolo.

Lo stress ossidativo. Un fattore emergente di rischio per la salute. Intervista al dr. Eugenio Luigi Iorio su LA VOCE DEL LAZIO.

Alterazioni del bilancio ossidativo giocano un ruolo determinante nella patogenesi delle grandi pandemie del III millennio, dall'ipertensione arteriosa all'aterosclerosi, dall'infarto del miocardio all'ictus cerebrale, dall'obesità al diabete mellito, dall'osteopenia alle malattia neurodegenerative, dalla broncopneumopatia cronica ostruttiva al cancro. Di qui la necessità di monitorare i marcatori molecolari di stress ossidativo nella pratica clinica quotidiana. Leggi l'articolo.

Occhio allo stress ossidativo! Il ruolo della misurazione del bilancio ossidativo in oftalmologia da sempre esaltato dall'Osservatorio Internazionale dello Stress Ossidativo.

 

Il mantenimento di un adeguato bilancio ossidativo è essenziale per la salute oculare. Non a caso la prima patologia da stress ossidativo ad essere stata descritta, la fibroplasia retrolenticolare, colpisce proprio l'occhio. Leggi l'articolo.

Alterazioni del bilancio ossidativo possono compromettere il benefico effetto degli acidi grassi della serie omega-3, una risorsa nutrizionale essenziale. L'intervista al dr. Eugenio Luigi Iorio su il SECOLO XIX.

Un aumento dei livelli di radicali liberi dell'ossigeno può favorire non solo la conversione cis-trans degli acidi grassi poliinsaturi ma anche promuoverne la perossidazione con conseguente danno a livello delle membrane cellulari. Di qui la necessità di monitorare non solo la composizione lipidica della plasmamembrana attraverso la lipidomica ma anche il bilancio ossidativo.